Cicladi Orientali  

PAROS

 

una pittoresca perla in mezzo alle Cicladi

Paros

  Residenti (2001): 12853

L'isola di Paros è oggi, per le Cicladi, quello che non può più essere Mykonos, cioè il prototipo, il paradigma di questo affascinante e pittoresco arcipelago in mezzo al Mar Egeo. Non certo minuscola, ma neppure di rilevanti dimensioni, Paros si presenta abbastanza brulla per essere definita una Ciclade doc, ma non certo priva di vegetazione, oppure aspra, arida e rocciosa, quasi inesplorabile come altre zone dell'arcipelago, anzi i pendii di Paros si presentano dolci, pur svettando al centro della stessa la maestosa vetta del Monte Profitis Ilias, quasi 800 metri, da cui si domina l'intera isola e, con l'orizzonte nitido, buona parte dell'arcipelago. L'architettura cicladica trova qua a Paros la sua più fedele rappresentazione, con i pittoreschi mulini a vento, i piccoli edifici bianchissimi e cubici, con gli scuri blu alle finestre, adornati da gigantesche buganvillee e gerani. Paesi e villaggi da favola, come la nota Naoussa, con il suo suggestivo porticciolo di pescatori in stile veneziano, come la molto meno nota Prodromos, e con la capitale, Parikia, che alterna una zona portuale caotica e brulicante di turisti in transito ad una retrostante parte vecchia della città fantastica da visitare, camminando fra gli angusti vicoletti, come in un labirinto interminabile di bellezza autentica adornata di fiori e fatta di vita quotidiana e non costruita ad arte ad uso dei turisti. Spiagge e spiaggette un po' ovunque e delle più svariate tipologie, alcune anche molto particolari e uniche come Kolimvyethres, alcune come Hrisi Akti e Nea Hrisi Akti (Golden beach e New Golden beach) quasi californiane, cioè belle e principale meta greca dei surfisti. Forma piuttosto regolare, che ricorda un piccolo coleottero, facilmente percorribile nel suo periplo, che richiede una mezza giornata di auto, ad andatura molto comoda, compresa sosta per il bagno e per il frapé in una spiaggia a scelta. Adatta a quasi tutti i gusti e alla portata di qualsiasi portafoglio, deve soltanto evitare il rischio di farsi considerare banale, e conseguentemente farsi porre in secondo piano rispetto a destinazioni che presentano caratteristiche meno universali e più peculiari (della serie, accontentando tutti si rischia di non accontentare nessuno). O, anche peggio, di essere considerata la “Mykonos dei poveri”. Ma questi rischi scompaiono da subito nel momento che si mette piede in quest'isola e si comincia a trascorrere la propria vacanza nella dolcezza che poche isole, oltre a Paros, possono garantire, che è in grado anche di mettere in secondo piano lo stagionale problema del “Meltemi”, che investe questa come altre isole, tanto a Paros, in poco tempo si è in grado di raggiungere una zona più riparata da questo indisponente vento.

Una buona cultura del cibo, anche se non pari alla rivale dirimpettaia Naxos, che contende a Paros anche una buona fetta di turismo, ed insieme provano con successo ad essere il terzo polo di attrazione dell'arcipelago, dopo le inarrivabili Mykonos e Santorini.

Speciale Paros By Re degli Achei

Superficie (Kmq): 196
Cima più alta (mt.): 771 (Profitis Ilias)
Aeroporto (si/no): SI
Distanza dai porti: Pireo 95 NM, Rafina 82 NM, Salonicco 249 NM
Capoluogo: Parikia
Sito internet ufficiale: www.paros.gr
Altri siti internet: www.parosweb.gr
www.parosweb.com
www.paros-online.com

www.paroshotels.gr

www.paros-greece.gr
www.travel-to-paros.com
www.paros-hotels.gr
www.paros-travel.com
www.parosgr.com
 

Antiparos

Residenti (2001): 1037
Superficie (Kmq): 35
Cima più alta (mt.): 299 (Profitis Ilias)
Aeroporto (si/no): NO (a Paros, a pochi km dall'imbarco per Antiparos)
Distanza dai porti:
Capoluogo: Antiparos/Kastro
Sito internet ufficiale: www.antiparos.gr
Altri siti internet: www.antiparos.info
www.antiparos-isl.com

La posizione centrale di Paros aiuta non poco. In questa isola l'aeroporto non lavora tantissimo, in compenso il porto è un continuo brulicare di aliscafi e traghetti che scaricano e caricano turisti in continuazione, essendo quest'isola lo scalo più importante dell'arcipelago, un vero e proprio filtro fra la parte settentrionale e quella meridionale dell'arcipelago, ma anche fra quella orientale e quella occidentale, o per chi si dirige ancora più a est, verso il Dodecanneso. Va detto non sono turisti solo di passaggio ed una parte di essi ha proprio quest'isola come destinazione finale, e per chi ama la totale tranquillità, la piccola isola di Antiparos, a poche centinaia di metri dalla costa sudoccidentale di Paros, è facilmente raggiungibile, oltre che ancora pressoché intatta e quasi priva di insediamenti.

Vai allo Speciale Paros by Re degli Achei